IL CAVALIERE ELETTRICO.

VIAGGIO ROMANTICO NELLA MUSICA DI

MASSIMO BUBOLA

 

 

 

 

Massimo Bubola è una figura centrale nella canzone d’autore italiana. Negli oltre trent’anni della sua carriera ha composto diciannove album (compresi compilation e live) e scritto più di trecento brani.

Già alla fine degli anni ’70 Bubola  trasfonde nelle sue canzoni la potenza del linguaggio del rock, senza rinunciare a una poetica che si abbevera alla tradizione  della  musica popolare e della canzone d’autore italiana.

Miscelando questi elementi, arriva a maturare una formula musicale ricca di suggestioni letterarie che è stata definita ’rock d’autore’. Non a caso è proprio al sodalizio con Bubola che si devono i due album del periodo folk rock di Fabrizio De Andrè:Rimini e L’indiano.

Ma l’autore veronese continua a sviluppare un percorso personale, che porterà alla creazione di un’epica musicale attraverso i ritratti di personaggi storici come Giuseppe Garibaldi, Dino Campana, Tina Modotti, o con la moderna rivisitazione della latinitasdi Eurialo & Niso. Questa epopea rock, figlia delle tradizioni italiane, nulla ha da invidiare a quella a stelle e strisce di Bob Dylan e suggerisce in ambito musicale le medesime istanze che costituiscono la spina dorsale della New Italian Epic di oggi.

Per questo Matteo Strukul, critico musicale fra i più attenti e preparati della nuova generazione, ha deciso di raccogliere la testimonianza di Massimo Bubola: per porre in luce i guizzi e le riflessioni, la letteratura e l’istinto rock che caratterizzano l’intera sua opera.

Album per album, canzone per canzone, in una lunga intervista che incrocia il commento ai testi, Il cavaliere elettrico svela le immagini preziose di una poesia che non rinuncia alla sensualità e alle contaminazioni d’oltremanica e d’oltreoceano.

Questo è un vero viaggio romantico, una straordinaria avventura letteraria che vive nel dialogo e nell’amore incondizionato per la musica.

 

 ___________________________________________________________________ 

"Matteo Strukul è un giornalista vero: colto, acuto, capace di infilzare la letteratura con la musica e viceversa, com’è giusto che sia"

MASSIMO COTTO - RADIO CAPITAL

  ---

"Un libro come Il cavaliere elettrico, firmato da Matteo Strukul, porta al lettore la viva voce di Massimo Bubola"

CLAUDIO LELANDI - LIBERO

---

"Il cavaliere elettrico: vero viaggio romantico di Matteo Strukul nella musica di Massimo Bubola"

MIRELLA APPIOTTI - TUTTOLIBRI

---

"La descrizione perfetta dei trent’anni di Bubola come artigiano del folk rock"

GIULIO BRUSATI - L'ARENA DI VERONA

  ---

"Il libro di Matteo Strukul ha il pregio di non essere scritto per chi è già un fan di Bubola o per gli addetti ai lavori, ma di accompagnare in un "viaggio romantico" il lettore, in un percorso culturale alla scoperta dell’essenza di un artista"

SILVIA GORGI - IL MATTINO DI PADOVA, LA NUOVA DI VENEZIA E MESTRE, LA TRIBUNA DI TREVISO